MENU

CELLULAR STRUCTURES: UN’INDAGINE ARTISTICA SULLE MICROSTRUTTURE CHE STANNO ALLA BASE DELLA VITA VISTE DALL’ARTE

0
184
0

Independent Artists prosegue con la ricerca artistica legata al lavoro del Maestro Mellone. Questa volta
riprendiamo direttamente le parole scritte dall’Artista stesso sul suo periodo artistico riguardante le
“Strutture Cellulari” di cui il Museo Mellone conserva diversi esemplari significativi. Così si esprimeva lo
stesso Mellone:
«..usando casualmente i polpastrelli come tamponi e continuando a modellare la soluzione di colore,
ottengo una trama compatta di ovuli dall’aspetto gelatinoso, un insieme di cellule che si amalgamano e
si sovrappongono formando l’immagine di un tessuto cellulare. Questo metodo mi consente di
elaborare e variare la disposizione delle cellule, interpretandone i movimenti e l’evoluzione come se le
osservassi all’interno di un sistema di vita organizzata. In questo modo il corpo umano, di cui le cellule
sono la componente fondamentale, sembra “visto” in trasparenza». Prosegue l’Artista: «Elaborando un
sistema di immagini che richiamano alla memoria i reperti biologici analizzati al microscopio, intendo
rilanciarne gli aspetti che costituiscono un elemento di sostanziale corrispondenza tra la struttura della
materia e l’esteriorità della forma, tra la visione di una realtà dilatata e il mondo delle percezioni
immediate. Ciò lascia supporre quanto sia parziale il margine di conoscenza offerto soltanto dall’aspetto
esteriore dei soggetti: l’individuo riconosce sè stesso, il proprio corpo, nella sua immagine apparente,
reale o illusoria, e stenta identificarsi con quel mondo invisibile ma non per questo inesistente che gli
appartiene totalmente e del quale almeno in parte ne è il simbolo e la funzione…». Da questi scritti
autobiografici si desume pienamente quanto sia accurato e ricercato nei suoi concetti il lavoro di
Mellone. E proseguendone la lettura ecco approfondirsi il tema e ampliarsi sui diversi piani che
riguardano l’Uomo e la sua interazione con l’Ambiente che lo circonda. Continua Mellone: «Lo sviluppo
tecnologico industriale e la ricerca scientifica sono considerati fattori fondamentali dell’evoluzione nel
nostro tempo. Sotto questo aspetto le strutture cellulari prendono spunto dalle scoperte operate della sperimentazione scientifica nell’ambito della biologia. Iniziate nei primi mesi del 1967 con l’intento di
dare alle cellule uno spessore materico, le strutture cellulari interpretano liberamente ipotetiche
immagini del microcosmo e tendono a raffigurare, in una complessa teoria disegni, i processi di
evoluzione e di aggregazione che si sviluppano all’interno delle sostanze organiche». Le strutture
create da Mellone sono composte con ritagli di cartone ondulato, incollati su masonite mediante un
criterio iterativo e sono dipinte con due o tre colori per evidenziare la composizione seriale dei segni,
mentre le ultime opere sono invece eseguite con colori a olio su tela. Oggi Independent Artists intende
proseguire e promuovere la ricerca sulle stesse tematiche biologiche che hanno interessato Mellone
negli anni della sua attività artistica. Per questo motivo invita gli Artisti Contemporanei a lavorare e
ragionare, con le tecniche a loro appropriate e a noi contemporanee, sulla stessa tematica particolare.
Ecco i nomi degli artisti esposti:
Rachele Amadori, Anjee, Roberta Astegiano, Nicola Bertellotti, Martin Bruckmanns, Angelo
Brugnera, Isabel Carafì, Anna Caser, Adriano Cecco, Marina Comerio, Giovanni Defant, Elia Di
Spaldro, Matteo Farolfi, Antonella Gerbi, Antonio Giannini, Lucia Guadalupe Guillen, Kitω – Carlo
Di Lucia, Nathan Marchetti, Alessandro Mazzoni, Luca Medici, Frédérique Nolet De Brauwere,
Ada Nori, Carlo Olper, Agostina Pallone, Fabrizio Pedrali, Carlo Alberto Perillo, Fabio Perotta,
Francesco Rinzivillo, Anna Lucia Rizzello, Paola Santagostino, Fabrizio Simone, Lucia Simone,
Urbansolid, Tommaso Vitale, Mayumi Yamakawa, Roberto Ziranu.
La mostra apre al pubblico Sabato 18 settembre alle ore 17:30. Ci saranno inoltre due giornate “Open
Days”, Domenica 3 e Lunedì 4 Ottobre con orari 10:00 – 12:00 / 15:00 – 18:00, in contemporanea agli
eventi della Fiera Autunnale. Nel pomeriggio di Lunedì 4 Ottobre, dalle 14:00 alle 16:00 sarà possibile
visitare gratuitamente il Museo Mellone presso la vicina Villa Rescalli Villoresi. L’ingresso è su
prenotazione tramite email all’indirizzo: segreteria@independentartists.eu
L’esposizione sarà visitabile fino al prossimo 16 ottobre 2021 con i consueti orari di apertura: da
Martedì a Sabato ore 14:30 – 18:00 presso Villa Brentano (1°piano), in via Magenta 25 a Busto Garolfo
(MI). L’ingresso alla mostra e alla visita al Museo verranno contingentati, entrambi saranno accessibili
solamente con Green Pass.

Sorry, the comment form is closed at this time.